Bici-da-viaggio

286e40870f87c4f81013c52df8cdca15

Ormai avrete capito che non aggiorno più tanto spesso il blog. La stagione ciclistica per me è finita da un mese abbondante ed è stata abbastanza soddisfacente, anche se mi è mancata la ciliegina sulla torta al giro di boa dell’estate.

Il 2011 era stato un annus mirabilis, forse irripetibile, praticamente tutto dedicato alla bici, che mi ha dato grandissime soddisfazioni. Il 2012 invece un anno completamente disgraziato, perso a rincorrere una forma, tra cambi di lavoro e di casa continui.

Poi quest’anno ho maturato un progressivo distacco dal ciclismo professionistico (altro grande tema del blog) non tanto per il tema doping, fatto accettato e riconosciuto almeno da me, quanto per l‘ipocrisia dei vari addetti ai lavori, che continuano a nascondersi dietro un dito, difendendo a spada tratta la pulizia dei ciclisti odierni, a scapito dei diavoli che hanno barato fino a qualche anno fa. Loro, i giornalisti, ovviamente difendono il loro stipendio e il loro orticello e non potrebbero mai ammettere che anche il ciclismo di oggi è alterato, però trovo insopportabile tutta questa falsità e sentirmela spiattellare per due ore di telecronaca mi ha veramente nauseato.

Resta la passione per le due ruote e per la bici e di questa credo continuerò a parlare in questo blog. Proprio oggi è arrivata in casa una nuova sorellina, tutta gialla, che prenderà il posto dell’ormai vetusta blu che avevo prima. Niente di speciale, ma una bella bicicletta-da-tutti-giorni che mi accompagnerà per i prossimi mesi.

In fondo io la macchina la uso veramente poco, per mia fortuna, e la bici è un mezzo indispensabile per la mia giornata. Mi vengono in mente tutte le bici-da-viaggio che ho avuto, alcune comprate, molte recuperate, con telai che si sono spezzati, ragazze portate a spasso la sera per un gelato in centro, qualche cofano di auto su cui sono atterrato e molti chilometri percorsi per andare al lavoro. Non tutte avevano un nome, ma per me questa è già il sottomarino giallo. Una nuova storia inizia.

About these ads

4 thoughts on “Bici-da-viaggio

  1. ciao Filippo
    un pensiero sulla bici: una volta serviva x il lavoro. Oggi gran parte
    lavoro e divertimento non inquinante. E’ divertente quando prendo la bici mi sembra avere qualche anno
    di meno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...