34×26

It's not over till it's over

Fiandre: “la corsa”

1 commento

DSC_0138-Edit

Domenica si corre la 98° edizione del giro delle Fiandre, per tutti “la corsa”. Rimpiango un pò il vecchio percorso, con il muro del Grammont (o Kappelmuur) ai -15km dal traguardo, però quest’anno gli organizzatori hanno un pò modificato il tracciato dell’anno scorso, dopo le polemiche legate alla lunga attesa della scalata finale Kwaremont-Paterberg.

Il Koppenberg è stato piazzato 20km più vicino al traguardo (ai -44) e l’inserimento di altri due muri (prima del Paterberg finale appunto), dovrebbero garantire più spettacolo. Comunque sia a mio parere resta la corsa più bella e affascinante del mondo, quella che mi ha fatto innamorare del ciclismo quand’ero bambino e che nutre di miti e leggende i suoi racconti.

About these ads

Autore: Filippo

Quando Marino Basso ha vinto il mondiale di Gap avevo poco più di un mese. Sono ciclista per passione e tradizione di famiglia. Quando esco in bici riesco a non pensare a niente. E' uno stato privilegiato. Di silenzio, pace, serenità. L'unica cosa che riesco a percepire, è il ritmo del mio respiro. Quello che mi fa sentire veramente vivo.

One thought on “Fiandre: “la corsa”

  1. ciao filippo

    speriamo che sia una bella corsa  ,con il sole e interessante

    per il ciclismo  la classica  di Fiorenzo Magni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 68 follower