Fil

It's not over till it's over

1.0

Lascia un commento

52c908233179546af7b1fda8d89c9064Appena partito e subito un intoppo mi ferma. Il weekend scorso è stato avversato dal maltempo, così come la restante settimana, così il primo giro di apertura 2015 si è trasformato in un vernissage di emozioni, ma senza nessuna utilità per la forma. Dopo quasi 2 settimane sono tornato in sella, si spera per il vero inizio di questo 2015.

La giornata era ovviamente coperta, nuvolosa, umida, non il clima ideale per spendere una domenica, nè tantomeno per scaldare cuore e sensazioni all’inizio di un nuovo anno ciclistico. Ma ormai posso contare solo sulle domeniche, cioè quattro giorni al mese, che sono veramente pochi, sperando oltretutto che siano baciate da un clima piacevole.

Almeno ho cominciato pedalando il primo giorno del mese. Speriamo sia di buon auspicio.

“Chi vive sperando, muore cagando”- LoRusso, isoletta dell’Egeo che non conta un cazzo, 1941. Cit. Mediterraneo

Arquà a/r

Autore: Filippo

Quando Marino Basso ha vinto il mondiale di Gap avevo poco più di un mese. Sono ciclista per passione e tradizione di famiglia. Quando esco in bici riesco a non pensare a niente. E' uno stato privilegiato. Di silenzio, pace, serenità. L'unica cosa che riesco a percepire, è il ritmo del mio respiro. Quello che mi fa sentire veramente vivo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...