Fil

It's not over till it's over

Tra il Pasubio e la Vallarsa (quasi 2500mt)

Lascia un commento

CkXpQ0xWYAAPcVT.jpg largeOggi  ho gettato il cuore oltre l’ostacolo, lasciando a casa la pioggia, la forma altalenante, le ferie passate a casa, i dubbi. Mi sono buttato tra le montagne, con solo tanta voglia di pedalare in solitaria, al fresco, su strade deserte. Ho scoperto nuove strade e ne ho ripercorse di vecchie, che mi hanno fatto tornare in mente tanti ricordi.

Per oltre 5 ore mi sono sentito in “vacanza” (quelle che non ho potuto fare in giugno), in un tutt’uno con il verde, le mucche (poche) e il cielo non proprio terso.

Il premio a tutta questa “dolce fatica” è stato del pane fresco con del formaggio appena tagliato, una crostata fragrante appena sfornata e una borraccia di acqua di fontana. Oggi finalmente mi sono sentito al mio posto.

Passo Xomo-Pian delle Fugazze-Passo Campogrosso-Passo Xon

Autore: Filippo

Quando Marino Basso ha vinto il mondiale di Gap avevo poco più di un mese. Sono ciclista per passione e tradizione di famiglia. Quando esco in bici riesco a non pensare a niente. E' uno stato privilegiato. Di silenzio, pace, serenità. L'unica cosa che riesco a percepire, è il ritmo del mio respiro. Quello che mi fa sentire veramente vivo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...