Fil

It's not over till it's over

Primolano-Cima Campo-Rif. Barricata 2560mt

5 commenti

3Oggi nuova puntata de “il cuore oltre l’ostacolo”. Dopo una settimana di scarico, ho riprovato l’ebbrezza della salita vera, lunga, che non molla la presa, ma soprattutto su strade completamente deserte, accompagnate solo dallo scampanio delle mucche.

Grazie ai consigli degli amici di Bestieparde ho stabilito il campo base a Valstagna, risalendo la Valsugana fino a Primolano, dove ho iniziato a salire per le famose “scale”. Per queste strade si respira un’aria di tempo andato, di vecchio turismo che ormai non passa più di qui, locali chiusi, insegne sbiadite e molto silenzio. Arrivato ad Arsiè ho inizato la lunga salita per Cima Campo, quasi 19 km molto regolari, adatti a scaldare la gamba senza andare fuori giri. Mi sono tornate in mente le mie due vecchie GF Campagnolo fatte anni orsono, una sotto il sole cocente (2002) e una sotto il diluvio (2004). Purtroppo il tempo su non era dei migliori, molto coperto e con sole praticamente nullo. Mi lascia sempre un pò l’amaro in bocca quando non trovo il cielo azzurro in cima alla salita. E’ un pò il premio alla fatica e soprattutto resta un dolce sapore nel cuore. Ma oggi non è stato così.

1Un pò infreddolito sono sceso verso Casteltesino e poi Grigno, per puntare poi verso Selva di Grigno ai piedi della famosa salita della “Barricata” che porta all’omonimo rifugio sull’Altipiano di Asiago. Questa è una signora salita, dura il giusto, con pochi punti per respirare, che ti tiene sotto sforzo per quasi tutto il tempo. Mi è piaciuta molto, anche se è percorribile dalle bici solo in salita. Arrivato sull’altipiano ho pedalato per una quindicina di chilometri verso Marcesina e poi contrà Lazzaretti, tra il verde eterno e qualche malga qua e là. Anche qui purtroppo, niente sole, con mio grande rammarico.

Picchiata finale verso Foza e poi Valstagna, per chiudere un giro molto duro (il terzo di sempre come dislivello), che mi ha dato molta soddisfazione e che ha premiato la mia costanza. Ora si guarda avanti e in su, sempre alla scoperta di nuove e inedite strade deserte (sperando nel cielo veramente azzurro)

Primolano-Cima Campo-Rifugio Barricata-Marcesina-Valstagna

Autore: Filippo

Quando Marino Basso ha vinto il mondiale di Gap avevo poco più di un mese. Sono ciclista per passione e tradizione di famiglia. Quando esco in bici riesco a non pensare a niente. E' uno stato privilegiato. Di silenzio, pace, serenità. L'unica cosa che riesco a percepire, è il ritmo del mio respiro. Quello che mi fa sentire veramente vivo.

5 thoughts on “Primolano-Cima Campo-Rif. Barricata 2560mt

  1. Bravo bel giro, è piaciuto molto anche a noi!

  2. Ben fatto!

  3. Non hai perso tempo, eh! Ci sei andato subito! Peccato per il tempo, ma questo luglio è un po avaro di giornate limpide. Io sono stato in giro sulle dolomiti e pure io ho visto ben poco. Un ottima scusa per tornare…

    • Già. Senza sole si gode la metà..
      Cmq per sabato 16 luglio si prospetta forse una giornata giusta: tempo molto soleggiato con aria tersa ed ottima visibilità. nelle ore più calde potranno formarsi modesti cumuli, ma la presenza di aria molto secca potrebbe anche garantire cielo del tutto sereno.
      Incrociamo le dita!

    • Oddio lo zero termico sembra scoraggiare giri in quota sabato, nonostante il cielo terso..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...